Haridwar

haridwar

har ki pauri

Kasar Devi, U.K.

Me ne sono andato da Haridwar senza sapere se mi sia piaciuta o meno, ci dovro’riflettere un po’ in questi giorni. Nel breve periodo passato la “porta del grande fiume” non mi ha colpito molto, mi e’ sembrata un po’ una Varanasi dei poveri ( in tutti i sensi ) sporchissima, molto caotica e meno “spirituale” di quanto mi aspettassi. Certo le fiumane di gente che accorrono ad Har-Ki-Pauri la sera sono molto affascinanti e l’atmosfera e’ veramente elettrizzante ma tutto o quasi finisce li’, per il resto Haridwar non e’ molto diversa da moltissime altre citta’ indiane. Alcuni potranno obiettare che anche Varanasi a molti d’acchito fa questo effetto e solo se ci passi diversi giorni e riesci ad entrare nella giusta atmosfera riesci a coglierne la magia. E’ una giusta obiezione e quindi non mi sento di dare giudizi netti su questa citta’, magari ci ritornero’ in un prossimo viaggio.

Il viaggio con Manor penso che si concludera’ ad Almora, la nostra prossima tappa. E’ stato bello e conveniente viaggiare per un po’ insieme, ma e’ chiaro che abbiamo obiettivi diversi e onestamente lo vedo un po’ inesperto come viaggiatore e non molto pronto per un viaggio in India. Finche’e’ rimasto un mese in montagna e’ andato tutto bene ma appena si e’ trovato di fronte all’India dei mendicanti sfigurati e dei cumuli di spazzatura e’un po’crollato, non credo che rimarra’ per tutti i 6 mesi del suo visto, a meno che non si rintani a Goa, a Varkala o in un’altra comunita’ di israeliani numerosissime in India. Comunque è un ottimo ragazzo che ha un progetto di viaggio in Asia molto interessante, che durera’ piu’ di un anno.

haridwar

Il motivo per il quale qui ci sono tutti questi israeliani ( gia’ non sopporto piu’ l’accento dell’hebrow che sento dappertutto, piu’ dell’hindi ) e’ semplice: dopo aver fatto i 3 anni obbligatori di leva ( 2 per le donne ) hanno i coglioni talmente pieni che se ne vanno in giro per il mondo in cerca di spensieratezza ed emozioni forti, lontano dalla violenza e dalla guerra. L’India e’ diventata la loro roccaforte turistica perche’ e’ uno dei posti piu’ economici e la maggior parte di questi viaggiatori sono dei ragazzi di 22/24 anni squattrinati che non hanno mai lavorato se non come soldati ( pero’ in ogni caso hanno molti piu’ soldi di quanti ne avevo io nei miei primi viaggi in Asia ).

haridwar