Prossima fermata:Kathmandu

kathmandu

“A journey of thousand miles begins with a single step”

Ci siamo! Eccomi pronto per questa nuova avventura asiatica, che sono certo sarà veramente piena di sorprese, d’altronde ogni volta che vado in India e in Nepal mi succedono cose strane e incontro persone stravaganti e straordinarie. La prima parte del viaggio sembrerebbe delineata ( uso il condizionale perché nei miei viaggi i cambiamenti di programma non sono affatto improbabili ): primi giorni di ambientamento a Kathmandu, dove comunque sono di casa, quindi almeno 10 giorni di trekking nella Langtang valley ( questo trek dovevo farlo 18 anni fa, sono un po’ in ritardo… ) con possibile salita di qualche cima minore attorno ai 5000 metri e pellegrinaggio al lago Gosainkund, ritorno in città per il visto indiano e quindi un bell’overland trip di un paio di giorni verso Varanasi. Poi dovrebbe iniziare l’esplorazione del Nord-Est Indiano, con arrivo a Guwahati nell’Assam. Quindi dovrei fare un anello tra Nagaland, Manipur, Mizoram, Tripura e Meghalaya per poi tornare in Assam. Questa parte sarà in gran parte di improvvisazione, visto che soprattutto per i primi tre stati non ci sono molte informazioni disponibili e quelle poche sono tutte da verificare.

Una volta chiuso l’anello inizia la seconda fase di viaggio che ancora non ho organizzato: se mi avanza tempo potrei tornare per qualche giorno in Orissa, raggiungere Calcutta e infine partire per la Thailandia. Qui potrebbe starci una settimana di relax al mare. Per la parte conclusiva del viaggio l’idea del momento è un bel tour indonesiano dell’isola di Sumatra.

Alcuni obiettivi di questo viaggio:

salire almeno una montagna  e un vulcano ( Kerinci? )

migliorare la mia tecnica fotografica di viaggio e realizzare un reportage “serio” in India ( e magari pubblicare un fotolibro sull’East Bengal al ritorno )

fare un bagno nel Gange a Varanasi

incontare un mithun

trovare un altro piccolo angolo di paradiso