La partita della vita

Downtown Cairo, Egitto

Giornata campale oggi qui al Cairo, si disputa infatti questa sera nello stadio della citta’ una delle piu’ importanti partite nella storia della loro nazionale, una drammatica “dentro o fuori” contro l’Algeria che vale un biglietto per i mondiali del Sudafrica. Purtroppo per loro le probabilita’ di passare sono scarse, visto che devono vincere con almeno 2 gol di scarto ( o forse addirittura 3 ). Io me la guardero’ qui alla guesthouse in tv e ovviamente tifero” Egitto, se non altro per vedere la festa nelle strade e nelle piazze che durerebbe tutta la notte, e forse anche per piu’ giorni. Gli egiziani pare siano dei veri fanatici per il calcio, molto piu’ di noi, e gia’ da un paio di giorni hanno iniziato a girare con bandiere, bandierine e cappellini, che sono in vendita praticamente ad ogni angolo delle strade.

In questi giorni in attesa di una risposta sul fronte visto sudanese ho scarpinato soprattutto nella zona islamica della citta’, dove tra strade strettissime piene di un’umanita’ variopinta e botteghe dal sapore medievale si puo’ cogliere la vera essenza dei suoi abitanti, che mi hanno lasciato sempre una buona impressione. Oggi sono andato a vedere la cittadella, che domina la skyline della citta’ con la famosa moschea di Mohammed Ali’ dalle cupole argentate. Molto bello soprattutto il panorama a 360° della citta’ che si puo’ ammirare dalla terrazza del police museum. Direi che questo e’ un ottimo periodo per visitare il Cairo, la temperatura e’ gradevolissima e i turisti ci sono ma in numero sopportabile, non sarei riuscito probabilmente a vedere con calma le stesse cose in agosto sotto un sole infernale in mezzo ad un’incessante fiumana di gente.

Il Cairo comunque non e’ propriamente una citta’ “turistica”, e in giro c’e’ poco o nulla per viaggiatori o turisti indipendenti. Si puo’ dire che sia una classica citta’ con grandi attrazioni ma da turismo organizzato di gruppo mordi e fuggi ( al Museo Egizio ho provato quasi compassione per dei poveretti che quasi non ce la facevano a seguire la loro velocissima guida… ). Comunque mi piace, direi che e’ una delle piu’ belle metropoli extraeuropee che ho visto finora. Pero’ ho anche il desiderio di andarmene quanto prima, di inziare a muovermi verso sud, Cape Town e’ ancora lontanissima! Poi va detto che in queste citta’cosi’ grandi c’e’ poco spazio per relazionarsi con i locali, e al di la’ di qualche incontro occasionale e le solite domande uerariufrom uatsiorgiob eccetera non e’ facile andare.